Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Morbi eu nulla vehicula, sagittis tortor id, fermentum nunc. Donec gravida mi a condimentum rutrum. Praesent aliquet pellentesque nisi.

Ricette

HomeRicette

Ingredienti   Per la biga (pre-impasto tradizionale) 1 chilo di farina 00 10 grammi di lievito di birra 4,5 decilitri di acqua Formare un impasto omogeneo che verrà lasciato lievitare 18 ore   Per l’impasto di rinfresco 1 chilo di farina 00 9 decilitri di acqua 5 grammi di lievito 50 grammi di strutto o di Olio EVO di San Patrignano 20 grammi di sale 10 grammi di malto d’orzo   Per la farcitura: 300 grammi di Salumi di San Patrignano a piacere (Prosciutto cotto alta qualità, Prosciutto crudo stagionato, Salame nostrano, Coppa stagionata, Lombetto, Pancetta, Guanciale…) 300 grammi di formaggio semistagionato di San Patrignano (Ca’ciotta, Meticcio, Mucchino) 300 grammi di verdure a piacere (funghi champignon, erbette, radicchio…)   Preparare la biga e lasciarla in frigorifero tutta la notte. Il giorno dopo aggiungere il resto degli ingredienti, impastare bene fino ad ottenere un composto omogeneo e lasciare lievitare 2 ore. Stendere l'impasto così ottenuto in una teglia oleata.  Bucherellare la superficie e cospargere di Olio EVO di San Patrignano e rosmarino. Lasciar riposare 30 minuti e cuocere quindi in forno a 185 C° per 25 minuti. Una volta cotta tagliare e farcire a piacimento.

Ingredienti 320 grammi di riso Carnaroli 200 grammi di zucca 50 grammi di amaretti 150 grammi di Formaggio semistagionato Mucchino di San Patrignano Preparare un brodo vegetale con sedano, carote e cipolla. Mentre il brodo cuoce, pulire la zucca, sbucciarla e tagliarla a cubetti di 1 centimetro di lato. Condire con olio e sale e cuocere in forno a 200° per circa 8 minuti. Tagliare il formaggio Mucchino a cubetti di circa 1 centimetro. In un tegame tostare il riso con un filo di olio di semi. Aggiungere brodo fino a coprire il riso e continuare la cottura aggiungendo gradualmente altro brodo e mescolando regolarmente. Quando il riso sarà quasi cotto aggiungere la zucca a cubetti e gli amaretti tritati. A fine cottura mantecare con il Mucchino, una spolverata di grana, una noce di burro e sale quanto basta.  

Ingredienti Per la polenta taragna: 1 litro di acqua 250 grammi di farina di grano saraceno 1 chilo di Formaggio semi stagionato di San Patrignano (Ca’ciotta, Meticcio, Mucchino) 50 grammi di burro Per le salsicce in umido: 500 grammi di salsicce 300 grammi di Passata di pomodoro di San Patrignano 2 cipolle Erbe aromatiche a piacere (rosmarino, salvia, alloro…) Sale e pepe q.b.   Preparare la polenta facendo bollire l'acqua con il  burro. Una volta arrivata a bollore aggiungere la farina a pioggia continuando a mescolare per amalgamare bene. Lasciar cuocere per circa un’ora mescolando di tanto in tanto. A fine cottura aggiungere il formaggio a tocchetti. A parte rosolare le salsicce in forno a 220 C° per 15 minuti. Nel frattempo far rosolare la cipolla tritata in un tegame e aggiungere il pomodoro, lasciando cuocere per 30 minuti. Insaporire con sale e pepe, aggiungere le salsicce e servire insieme alla polenta.

Ingredienti 350 grammi patate bollite 20 grammi burro 40 grammi Grande Settantotto 40 grammi Prosciutto cotto 30 grammi di Pancetta arrotolata 30 grammi di Salame nostrano 1 uovo e 1 tuorlo pangrattato Schiacciare le patate, amalgamare con i salumi tritati, burro, Grande Settantotto e uova, sale e pepe q.b. Imburrare le teglie e spolverare di pangrattato, versare il composto e spianare uniformemente. Spennellare con il burro fuso e spolverare con una manciata di Grande Settantotto e pangrattato. Cuocere in forno ventilato a 150° per 30 min

Preparazione ragù Sedano 1 costa Carote 50 grammi Cipolla 50 grammi Macinato manzo 170 grammi Salsiccia 100 grammi Pancetta arrotolata di San Patrignano 70 grammi https://shop.sanpatrignano.org/products/pancetta-1 Passata di pomodoro 300 grammi https://shop.sanpatrignano.org/products/passata-di-pomodoro Grande Settantotto 50 grammi https://shop.sanpatrignano.org/collections/formaggi-stagionati/products/grande-settantotto   Soffriggere le verdure Rosolare le carni separatamente sfumandole con del vino rosso. Unire in un’unica  il soffritto, la carne e il pomodoro pelato precedentemente frullato. Far sobbollire per circa 3/4 ore con due mazzetti di erbe aromatiche, aggiustare poi di sale e pepe.   Preparazione besciamella Latte 70 decilitri Burro 40 grammi Farina 40 grammi Fare fondere il burro a fuoco basso in una casseruola. Aggiungete la farina setacciata, a pioggia mescolando in continuazione con una frusta Cuocere fino a che il composto non diventa omogeneo e dorato e aggiungere il latte precedentemente scaldato Comporre la lasagna in teglia con 5 strati di: pasta sfoglia gialla - besciamella – ragù – spolverata di Grande Settantotto Cuocere in forno per 25 minuti a 180 gradi  

Ingredienti per 4 persone Latte 100 ml Burro 100 gr Passata di pomodoro 300 gr - acquista qui! Sale Q.B Zucchero Q.B. Peperoncino Q.B 4 etti di penne rigate (o altro tipo di pasta a grano duro) Preparazione Mettere a scaldare il latte e farlo sobbollire, aggiungere il pomodoro e farlo andare fuoco vivace Quando il composto comincerà a ridursi aggiungere il burro e cominciare a regolarlo di sale, zucchero e peperoncino. Farlo bollire fino a quando diventerà corposo e denso e mixare. Cuocere la pasta e saltarla in padella assieme al sugo

Ingredienti per 4 persone 170 grammi di Prosciutto cotto di San Patrignano 3 decilitri di latte 10 grammi di burro 10 grammi di farina 80 grammi di olive denocciolate 400 grammi di pasta corta   Preparazione Tagliare il prosciutto cotto di San Patrignano a dadini di circa 1 cm e saltarli in padella con il burro. Preparare il roux per la besciamella facendo sciogliere il burro e unendovi la farina mescolando attentamente per evitare grumi. Portare a bollore il latte e unire il roux. Aggiungere il prosciutto cotto saltato senza riportare a ebollizione. Tritare finemente le olive nere e unirle alla salsa. Una volta cotta la pasta saltarla in padella assieme al condimento.  

500 gr. di Farina SanPatrignano 70 ml. d’olio extra vergine di oliva o in alternativa 100 gr. di strutto 160 ml circa di acqua 10 gr. di sale di Cervia 1/2 cucchiaio di bicarbonato o mezza bustina di lievito 1 cucchiaio di miele Munitevi di un testo romagnolo, tipica padella di ghisa dal manico lungo, bassa, piatta e circolare, in alternativa si può utilizzare una padella con fondo antiaderente. Attenzione alla cottura che richiederà fiamma moderata onde evitare di bruciare la piadina. Preparazione e cottura della padina: In una ciotola capiente mescolare tutti gli ingredienti. Prima la farina poi l'olio o lo strutto, parte d'acqua , poi aggiungendo il sale, il miele e infine il bicarbonato o il lievito, Attenzione a non lavorare troppo l’impasto, deve rimanere più grezzo possibile . Traferire l'impasto in una ciotola coperta da un telo inumidito e lasciare riposare per circa mezz'ora in frigo. Dividere l'impasto in 4 palline, lasciarle riposare in frigo. Dopo un’ora stendere ogni pallina con un mattarello, creando quattro spianate circolari sottili (circa 25-30 cm di diametro e 2-5 mm di altezza). Mettere sul fuoco il testo romagnolo e farlo riscaldare bene, forare la superficie delle piadine con i denti di una forchetta